STUDENTI CON DE MAGISTRIS, ‘VI RINGRAZIÒ”. IN MIGLIAIA A CATANZARO

{mosgoogle}(ANSA) – CATANZARO, 28 SET – Stavolta sono stati gli studenti delle scuole di tutta Catanzaro ad essere vicini al pm De Magistris: hanno riempito un auditorium, hanno raccolto migliaia di firme (il totale à arrivato a 16 mila) e scandito a gran voce il suo nome, gridando slogan contro il ministro Mastella, che ha chiesto al Csm di trasferire il magistrato. Una manifestazione che ha rappresentato un momento di forte solidarietà nei confronti del pm di Catanzaro, al centro di un caso politico che non ha precedenti, voluta dalle associazioni che hanno costituito un comitato che si batte contro il trasferimento del magistrato. All'iniziativa erano presenti, tra gli altri, il deputato Giacomo Mancini e l'eurodeputato Beniamino Donnici. Tra le organizzazioni che si stanno battendo più attivamente in favore di De Magistris c'è 'E adesso ammazzateci tuttì, il movimento creato a Locri dopo l'assassinio, nell'ottobre del 2005, del vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria, Francesco Fortugno. È stato proprio il portavoce del movimento, Aldo Pecora, ad organizzare la manifestazione a Catanzaro definendola «un utile momento di confronto per parlare di legalità e democrazia nel momento in cui vengono messe in pericolo con la proposta di trasferire un validissimo magistrato come De Magistris, che sta portando avanti importanti inchieste contro il malaffare». La solidarietà a De Magistris è stata espressa anche con striscioni ironici. «Che mondo sarebbe senza Mastella», c'era scritto su uno. E su un altro una variazione colorita dello slogan del movimento di Locri: «E adesso trasferiteci tutti». Pecora, nel corso della manifestazione, ha telefonato a De Magistris ed il portavoce di Ammazzateci tutti, poggiando il microfono sul suo cellulare, ha fatto ascoltare col vivavoce la parole del magistrato rivolte indirettamente alle centinaia di ragazzi che gremivano l'auditorium Casalinuovo. «Dottor De Magistris – ha detto Aldo Pecora – qui la stanno trattando tutti come una rockstar». «Grazie, grazie a tutti – è stata la risposta del magistrato -. Sono sicuro come voi che è possibile costruire un'altra Calabria. Vi ringrazio per l'invito a partecipare alla manifestazione, ma in questo momento ho deciso di non parlare pubblicamente e di dare le mie risposte a livello istituzionale. Sono virtualmente accanto a voi e vi ringrazio per quanto state facendo». De Magistris è tornato stamani a Catanzaro dopo avere dedicato gli ultimi due giorni alla predisposizione della sua linea difensiva in vista della riunione in cui l'8 ottobre la Commissione disciplinare del Csm dovrà decidere sulla richiesta di trasferimento del magistrato. Il pm di Catanzaro ha chiesto copia degli atti – 300 pagine di relazione ed ottomila di allegati – ed ha incontrato Alessandro Criscuolo, l'ex presidente dell'Anm che ha nominato suo difensore nel procedimento disciplinare. (ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *