‘NDRANGHETA: SANITA’; MARCIANO’: DOPO REGIONALI,”NON DORMO PIU'”

{mosgoogle}REGGIO CALABRIA – Dopo la mancata elezione di Domenico Crea in occasione delle regionali del 2005, Alessandro Marcianò che ne sosteneva la candidatura, non riusciva più a dormire per la delusione ed avrebbe fatto anche ricorso a dei farmaci. Il particolare emerge nell'inchiesta 'Onorata Sanità nella quale sia Crea che Marcianò sono stati arrestati con altre sedici persone. Da alcune intercettazioni telefoniche, infatti, emergono i rapporti tra il consigliere regionale ed il suo sostenitore. In occasione delle elezioni regionali Crea risultò il primo dei non eletti ed è poi subentrato in consiglio dopo la morte di Francesco Fortugno, ucciso nell'ottobre del 2005. Alessandro Marcianò, oltre ad essere coinvolto nell'inchiesta 'Onorata Sanita», è imputato nel processo per l'omicidio Fortugno perchè ritenuto il mandante del delitto. In una conversazione telefonica dopo le elezioni regionali nell'aprile del 2005 Alessandro Marcianò chiama Domenico Crea e gli confessa: «….sono demoralizzato. Non dormo da due giorni, ti do la mia parola d'onore. Mi sto prendendo il Tavor la sera». E Crea gli risponde: «…Eh, fratello pensa io!». (ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *