OMICIDIO FORTUGNO: ERGASTOLO PER MANDANTI ED ESECUTORI

OMICIDIO FORTUGNO: ERGASTOLO PER MANDANTI ED ESECUTORI
OMICIDIO FORTUGNO: ERGASTOLO PER MANDANTI ED ESECUTORI = Reggio Calabria, 2 feb. – (Adnkronos) – Sono stati condannati all'ergastolo i mandanti e gli esecutori dell'omicidio di Francesco Fortugno, vicepresidente del Consiglio regionale della Calabria assassinato a Locri il 16 ottobre 2005. La Corte d'Assise di Reggio Calabria, presieduta da Olga Tarzia, ha emesso la sentenza del carcere a vita per Alessandro e Giuseppe Marcianò, Salvatore Ritorto e Domenico Audino. Sono stati inoltre condannati Vincenzo Cordì a 12 anni, Carmelo Dessì a 4 anni, Antonio Dessì a 8 anni mentre per Antonio Scali si ritiene assorbita una sentenza precedente. (Ink/Opr/Adnkronos)

FORTUGNO: I MARCIANÒ ASSOLTI DA ASSOCIAZIONE MAFIOSA
CRO S0A S41 QBXU FORTUGNO: I MARCIANÒ ASSOLTI DA ASSOCIAZIONE MAFIOSA (ANSA) – LOCRI (REGGIO CALABRIA), 2 FEB – Alessandro e Giuseppe Marcianò, padre e figlio, sono stati assolti dall' accusa di associazione mafiosa dalla Corte d'assise di Locri. I due sono stati condannati all'ergastolo per omicidio aggravato dalle modalità mafiose. La circostanza ha provocato anche un equivoco tra i familiari dei due Marcianò. La presidente della Corte, Olga Tarzia, infatti, ha pronunciato per primo la parola assolti indicando il capo d'imputazione. Questo ha provocato le urla di gioia dei parenti che però si sono tramutate ben presto in grida di disperazione e in invettive quando la presidente, proseguendo la lettura del dispositivo, ha pronunciato la parola ergastolo in relazione al delitto Fortugno. (ANSA).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *