USA: NEW YORK, ERGASTOLO AI DUE POLIZIOTTI KILLER DELLA MAFIA


{mosgoogle} NEW YORK
– Il tribunale di New York ha condannato all'ergastolo due poliziotti a riposo, accusati di aver compiuto otto omicidi per conto della mafia. Mentre erano ancora in servizio, i due agenti Stephen Carapacca, 67 anni e Louis Eppolito, 61, figuravano anche sul libro paga di Anthony «Gaspipe» Casso, numero due della famiglia dei Lucchese. Per compiere alcuni degli omicidi, afferma l'accusa, i due poliziotti agivano in divisa, fermando le macchine dei loro obiettivi in modo da poterli facilmente uccidere. Eppolito e Carapacca fornivano anche informazioni riservate alle mafia. Una volta diedero l'indirizzo di un giovane operaio dei telefoni, omonimo di un uomo ricercato dalla mafia, che fu ucciso al posto del vero bersaglio. I due agenti, che continuano a proclamarsi innocenti, sono stati riconosciuti colpevoli tre anni fa. Una successiva controversia legale sulla caduta o meno in prescrizione di alcuni omicidi ha però ritardato il verdetto, giunto soltanto ieri. Eppolito è stato condannato all'ergastolo più cento anni di carcere e 4,75 milioni di dollari di multa, e Carapacca all'ergastolo più 80 anni e 4,25 milioni di dollari di multa. Non sarà possibile nessuna scarcerazione. I due imputati potranno tuttavia continuare a percepire la pensione di poliziotto, in quanto concessa prima della loro incriminazione. Nel 1990 Eppolito aveva recitato in un piccolo ruolo nel film di Scorsese «Goodfellas», ambientato fra i mafiosi di new York.
(Adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *