MAFIA: PECORA (AMMAZZATECI TUTTI), RICORDARE RITA ATRIA TUTELANDO TESTIMONI

{mosgoogle} REGGIO CALABRIA, 25/07/2009 – Diciassette anni fa moriva a Roma Rita Atria, la giovanissima testimone di giustizia di Partanna. Il Movimento antimafie "Ammazzateci Tutti" ricorda l'esperienza della giovane siciliana.
"Rita Atria non c'è più perchè troppo grande era il peso della solitudine in cui si trovò dopo la strage di Via D'Amelio", scrive – in una nota – il coordinamento nazionale del movimento antimafia.
"Oggi – continua la nota – a diciassette anni da qual 26 luglio del '92, è sempre maggiore la solitudine in cui versano decine di testimoni di giustizia, vincolati ad una legislazione certamente d'avanguardia sulla carta ma troppo labile nella sua traduzione fattuale".
"L'Italia – afferma il leader del Movimento, Aldo Pecora – può vantare ottime norme in materia di tutela dei testimoni di giustizia, ma al tempo stesso lo Stato è spesso costretto a nascondersi dietro la foglia di fico di disposizioni attuative scrupolosissime chee di fatto nella maggior parte dei casi rendono inapplicabili le norme". "Per questo – conclude Pecora – bisognerebbe cercare di far tesoro dell'esperienza di Rita Atria, e tradurre in fatti concreti le richieste di tutela avanzate dai testimoni di giustizia, facendo sì che i cittadini che denunciano non siano mai lasciati soli".

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *