POLISTENA. SEMINARIO DI STUDIO SU SICUREZZA STRADALE. “UNA GIUSTA PREVENZIONE SALVA LA VITA”

POLISTENA (RC) – Si è svolto stamane a Polistena il seminario di approfondimento sulla sicurezza stradale organizzato, nell’ambito di un vasto ed articolato progetto, dal Liceo Magistrale “G. Rechichi” di Polistena, dal Movimento ” Ammazzateci Tutti”, dalla Fondazione “Antonino Scopelliti” e dal Sindacato Autonomo di Polizia S.A.P., rappresentato dal referente Giuseppe Gaccione. Tra i relatori hanno preso parte anche il Comandante della Stazione dei Carabinieri di Polistena Luogotenente Leonardo Ribuffo e il medico del 118 Dott. Giovanni Antonio Borgia. Presenti in sala, oltre ai numerosi studenti, i referenti del SAP Cesare Corica e dell’Associazione ConDivisa Gabiria Politanò. “Siamo giovani ed abbiamo voglia di vivere e divertirci, ma dobbiamo farlo con coscienza, senza mettere a serio rischio la nostra vita e quella degli altri”. E’ quanto ha più volte ribadito Alessandro Pecora, Responsabile Formazione del Movimento “Ammazzateci tutti”, il quale ha moderato l’evento esortando senza indugi i ragazzi presenti a riflettere sull’importanza della prevenzione e sulla conoscenza dei veri rischi che possono derivare da un errato modo di intendere la guida. Il Preside del Liceo “G. Rechichi” Prof. Giovanni Laruffa ha introdotto il seminario che ha ottenuto l’attenta e coinvolta partecipazione di numerosi giovani, il quale è stato promosso nel contesto delle attività organizzate nell’ambito del progetto “Sviluppo di reti contro la dispersione scolastica e la creazione di prototipi innovativi” – Percorso “Guarda Nino che bella oggi la tua Calabria – giovani cittadini attivi”. Il Comandante dei Carabinieri Ribuffo ha fatto riflettere sulla serietà del problema ed ha più volte ricordato quanto, per un operatore di polizia che espleta il proprio servizio sulle strade, possa essere difficile gestire situazioni drammatiche come quelle che possono scaturire da un incidente stradale: “da carabiniere, ma soprattutto come padre, trovo sempre difficile poter reagire con freddezza davanti a scene terribili che oramai sono quasi all’ordine del giorno”. Il referente del S.A.P. Gaccione, dopo una coinvolgente illustrazione audio-visiva dei drammi che scaturiscono dagli incidenti automobilistici, ha approfondito la tematica ribadendo ai presenti: “ solo con la prevenzione possiamo davvero limitare il problema, solo così l’immenso numero delle vittime della strada potrà essere quantomeno contenuto. E’ importante che voi tutti capiate che è giusto divertirsi e trascorrere delle serate spensierate, ma non bisogna mai perdere il controllo delle proprie azioni a causa dell’alcool o di altre sostanze che possono alterare le proprie capacità alla guida”. La giornata è proseguita con l’interessante simulazione di B.L.S.D. (Basic Life Support Defibbrillation, ndr) ad opera dei medici Borgia e Bertucci dell’Istituto Formazione e Simulazione dell’ASP di Reggio Calabria, che hanno dimostrato ai ragazzi ed a tutti i presenti, quali sono le manovre salva vita che si devono praticare su una persona che ha subito un arresto cardiaco. Entrambi hanno chiarito: “l’intervento tempestivo può rappresentare la salvezza di una vita, ma bisogna sempre stare attenti a non svolgere manovre non adatte alla circostanza”. A conclusione dei lavori Alessandro Pecora, visibilmente commosso, ha voluto dedicare la giornata al Primario del reparto di Otorinolaringoiatria di Polistena Dott. Walter Mallamace, vittima di un incidente stradale mortale “non certamente per sua incuria, ma solo per una tragica fatalità. A lui va il commosso tributo di tutta la nostra comunità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *