Mafia Capitale: Carminati al 41bis

Il ministro Orlando ha accolto la richiesta dei magistrati romani per l’ex Nar. Panzironi e Odevaine restano in carcere.

ROMA, 24 dic – Sarà un Natale di carcere duro per Massimo Carminati. Il ministro Andrea Orlando ha infatti accolto la richiesta magistratura romana del carcere duro per il presunto capo di “Mafia Capitale”, attualmente agli arresti nel carcere di Tolmezzo in provincia di Udine.

Il trasferimento in Friuli Venezia Giulia era giunta nelle scorse settimane per motivi di sicurezza: ora per Carminati e’ previsto un nuovo trasferimento in un istituto per reclusi soggetti al 41bis, equiparandolo quindi ai grandi boss di Mafia.

Intanto l’autorità anti corruzione Raffaele Cantone ha notificato martedì l’avvio del procedimento per la richiesta di commissariamento di due appalti affidati da Ama, l’azienda comunale per il trattamento dei rifiuti, al Consorzio Nazionale Servizi (sede a Bologna) e alla Cooperativa Edera (sede a Roma). Sono i primi due appalti commissariati relativi all’inchiesta Mafia Capitale. Le due aziende hanno ora 15 giorni per presentare una loro eventuale memoria sull’appalto. Solamente il prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, potrà però emettere i decreti di commissariamento.

(ilVelino)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *