Mafia Capitale: secondo il Commissario Anticorruzione Raffaele Cantone dall’indagine emerge una “criminalità autoctona”

“Una indagine fatta in modo perfetto, che dimostra autonomia dai gruppi mafiosi tradizionali”

ROMA, 4 dic. – “La mia impressione e’ che molte di queste cose ci sono sempre state e che adesso finalmente si lavora per farle emergere. La grande novità che emerge da questa indagine, che e’ stata fatta in modo perfetto, e’ anche quella di individuare l’esistenza di gruppi che sono autonomi rispetto ai gruppi mafiosi tradizionali. Che a Roma ci fosse la ndrangheta, la mafia e la camorra era emerso nell’ultimo periodo ed era diventato un fatto incontestabile”.

Lo ha detto il presidente dell’Autorita’ nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone, su Rainews. “L’esistenza di organizzazioni criminali autoctone, cioe’ mafiose ma senza avere un riferimento diretto alle organizzazioni tradizionali- ha detto ancora Cantone- e’ certamente una novita’. Una novita’ che gia’ si intravedeva in moltissime vicende della citta’ e che e’ stato merito della Procura fare emergere con tutta la forza”.

(DIRE)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *