Mafia: triplice omicidio a Bari, a processo presunti killer.

Otto imputati, a vario titolo, compariranno dinanzi alla Corte d’Assise a marzo.

BARI, 4 DIC – Il gup del Tribunale di Bari Sergio Di Paola ha rinviato a giudizio Antonio Moretti, uno dei presunti killer che il 19 maggio 2013 uccisero a colpi di kalashnikov Vitantonio Fiore, figlio del boss del quartiere San Pasquale di Bari, Antonio Romito e Claudio Fanelli. Il processo iniziera’ il prossimo 3 marzo dinanzi alla Corte di Assise di Bari. Gli altri sette imputati accusati, a vario titolo, di omicidio, tentato omicidio, porto e detenzione di armi di guerra e favoreggiamento, saranno processati con rito abbreviato. Si tratta di Giuseppe Ranieri, Vito De Tullio, Vito e Luigi Milloni, Michele Lanave, Nicola Fumai e Donato Cassano. La requisitoria del pm Ciro Angelillis e’ fissata all’udienza del 29 gennaio. La sentenza e’ prevista per aprile. Oltre al triplice omicidio del quartiere San Paolo, agli imputati sono contestati altri due episodi di sangue precedenti, l’omicidio del boss Giacomo Caracciolese del 5 aprile 2013 e il tentato omicidio del pregiudicato Domenico Cantalice del 17 maggio. Nel processo sono costituiti parti civili il Comune di Bari e i familiari di una delle vittime, Claudio Fanelli.

(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *