Mafia Capitale: Osservatore Romano, “è l’ultimo sacco di Roma”

Il quotidiano della Santa Sede stigmatizza i fatti di Mafia Capitale e passa in rassegna la stampa estera

CITTA’ DEL VATICANO, 12 dic – “L’ultimo sacco di Roma”: cosi’ l’Osservatore Romano, nell’edizione di domani, titola un articolo sugli sviluppi dell’inchiesta Mafia Capitale e sull’allargamento del contesto di presunte infiltrazioni mafiose a Roma. Il quotidiano della Santa Sede parla di “‘incancrenimento profondo’ – per usare le parole del presidente dell’Autorita’ nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone – che da anni infetta il sistema capitolino”.

“Ma, secondo quanto sta emergendo dalle inchieste ancora in corso – prosegue l’Osservatore Romano – il business mafioso sugli appalti, sull’assistenza umanitaria e sulle emergenze e’ solo un piccolo pezzo di un quadro ancor piu’ vasto basato su un patto di ferro tra la ‘cupola romana’, guidata da Massimo Carminati, e la ‘ndrangheta calabrese”. Il giornale vaticano da’ conto anche delle reazioni all’estero. “New mob scandal stuns even Italians (‘Un nuovo scandalo della criminalita’ sbalordisce perfino gli italiani’): non lascia molto spazio all’immaginazione – scrive – il titolo di un articolo in prima pagina sull”International New York Times‘ dedicato alla maxi inchiesta che a Roma sta portando alla luce profondi legami tra istituzioni, imprenditori e criminalita’ organizzata. Non e’ da meno ‘Le Monde‘, che addirittura dedica un’intera pagina alla vicenda, dal titolo inquietante: ‘Rome mise a’ sac’.

Per lo storico quotidiano parigino, il nuovo sacco di Roma avrebbe al suo centro un ‘tandem mafioso’ capace di organizzare ‘una vasta rete di corruzione che ha trasformato la citta’ in una grande mangiatoia’”. “Parole, quelle di ‘Le Monde’, piu’ che giustificate, se si pensa anche soltanto all’sms – intercettato dai carabinieri del Ros e pubblicato sul ‘Corriere della sera’ del 12 dicembre – che Salvatore Buzzi, uomo forte delle cooperative romane al centro dell’inchiesta, invio’ ad alcuni amici: ‘Speriamo che il 2013 sia pieno di monnezza, profughi, sfollati, minori e bufere'”, aggiunge il quotidiano della Santa Sede.

(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *