‘Ndrangheta: il processo “All Inside 3” contro il clan Ascone di Rosarno si chiude con 17 condanne e un assolto

Sentenza emessa da Gup, pene da 7 a 10 anni di reclusione.

REGGIO CALABRIA, 2 DIC – Il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Reggio Calabria, Antonio Scortecci, ha condannato 17 persone a pene variabili dai 6 ai 10 anni di reclusione. Una diciottesima persona, Orlando Galata’, e’ stata assolta. Il processo, svoltosi con rito abbreviato, ha riguardato i presunti esponenti della cosca della ‘Ndrangheta degli Ascone di Rosarno. Al termine della requisitoria il pubblico ministero della Dda di Reggio Calabria, Roberto Di Palma, aveva chiesto 18 condanne a pene variabili da cinque anni e mezzo a 16 anni di reclusione. Agli imputati vengono contestati a vario titolo di reati di associazione mafiosa, intestazione fittizia di beni; detenzione illegale di armi, favoreggiamento di latitanti, ricettazione, riciclaggio, danneggiamento e rapina. Il giudice ha condannato a 7 anni e 10 mesi per Alessandro Ascone; Antonio Ascone (10 anni); Francesco Ascone (9 anni); Gioacchino Ascone (7 anni e 4 mesi); Michele Ascone (10 anni e 4 mesi); Salvatore Ascone (11 anni e 4 mesi); Vincenzo Ascone (12 anni e 8 mesi); Giuseppe Bonarrigo (4 anni); Damiano Consiglio (7 anni e 4 mesi); Carmela Fiumara (7 anni); Francesco Fiumara (7 anni); Vincenzo Fiumara (7 anni); Damiano Furuli (8 anni); Rocco Furuli (6 anni e 4 mesi); Angelo Giordano (7 anni e 4 mesi); Aldo Nasso (8 anni e 8 mesi) e Rocco Scarcella (7 anni). Gli Ascone, secondo quanto riferito dal pm durante la requisitoria, sono considerati una famiglia di ‘Ndrangheta emergente di Rosarno.

(Fonte: ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *