Pentito Galatolo: “dalla Calabria il tritolo per magistrato Di Matteo”

Il retroscena su un’intervista a “La Repubblica”

REGGIO CALABRIA, 9 dic – Proviene in parte dalla Calabria il tritolo per l’attentato al magistrato Nino Di Matteo. A rivelarlo è l’ultimo pentito dei clan, Vito Galatolo, come riporta oggi il quotidiano ‘Repubblica’.

L’esplosivo, secondo il pentito, è arrivato a Palermo dalla Calabria, ma ci fu un imprevisto durante le operazioni di trasporto del tritolo che avrebbe dovuto essere usato per l’attentato. Una parte del carico era in cattivo stato di conservazione, presentava infiltrazioni d’acqua e per questo motivo sarebbe stato rispedito al mittente.

(LaPresse)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *