‘Ndrangheta: Sequestrati beni per 1,6 milioni di euro nel torinese

Il sequestro preventivo nei confronti di Giuseppe Fazari, originario di San Giorgio Morgeto (RC).

TORINO, 20 nov. – Il Centro Operativo di Torino della Direzione Investigativa Antimafia, ha proceduto al sequestro anticipato di beni per un valore di circa 1,6 milioni di euro nei confronti di Giuseppe Fazari di San Giorgio Morgeto (Rc), arrestato nell’ambito dell’operazione ‘Minotauro’ e ritenuto ‘capo società’ a San Giusto Canavese (To). Il processo contro Giuseppe Fazari per associazione di stampo mafioso, celebrato con rito abbreviato, si è concluso con la condanna alla pena di 8 anni di reclusione, l’interdizione dai pubblici uffici e con l’applicazione, a pena espiata, della misura di sicurezza della libertà vigilata per tre anni. Il Tribunale di Torino, accogliendo la proposta avanzata dal direttore della Direzione Investigativa Antimafia, ha disposto il sequestro anticipato dei beni intestati a Fazari ed ai suoi familiari, costituiti da due ville e un appezzamento di terreno a San Giusto Canavese (To), due auto e due conti correnti.

(AdnKronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *