Mafia a Roma: Pecora, “Marino non si opponga alla legge con cure palliative”

Il presidente di Ammazzateci tutti: “scioglimento unica soluzione”

ROMA, 9 dic – “Il sindaco Marino commette un grave errore di valutazione a dire che sono “solo le mafie, le destre e il movimento 5 stelle” a volere lo scioglimento del comune di Roma. L’invio di una commissione d’accesso e, con ogni probabilità, una non breve fase di commissariamento del comune sono l’unica via possibile per recidere con il bisturi i tentacoli delle mafie e del malaffare dalla casa dei romani nonché capitale d’Italia. E Ignazio Marino da buon medico chirurgo dovrebbe essere il primo a chiedere al governo il bisturi e non opporsi con inutili cure palliative all’applicazione della legge”.
E’ la replica del leader del movimento antimafia “Ammazzateci tutti”, Aldo Pecora, a quanto detto questa sera dal sindaco di Roma Ignazio Marino nel corso della trasmissione televisiva “Ballarò”, su Rai 3.
Il movimento di Pecora ha lanciato ieri una petizione online indirizzata al governo per chiedere lo scioglimento per condizionamento mafioso di Roma Capitale.

redazione@ammazzatecitutti.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *