Legalitalia 2008: si riparte!

Il primo anno è stato quello dell’Emozione, quando un gruppo di ragazzi calabresi, che per la stampa nazionale erano i “ragazzi di Locri” che si erano voluti ribellare alla violenza mafiosa sfidandola con il famoso striscione “e adesso ammazzateci tutti”, hanno scoperto il loro Falcone ed il loro Borsellino calabrese nel giudice Antonino Scopelliti, anche lui assassinato da mano mafiosa il 9 agosto 1991. Da quel giorno il testimone della lotta per la legalità lasciato cadere da Nino Scopelliti, colpito a morte, sarebbe passato nelle mani di Rosanna e di tutti loro.

Il secondo anno è stato quello dell’Orgoglio, l’orgoglio di un gruppo di ragazzi meravigliosamente testardi che non hanno ceduto prima alle lusinghe e poi alle minacce del Potere, che hanno dimostrato con i fatti che un’altra Calabria ed un'altra Italia sono già cominciate.


Adesso è il terzo anno
che ci incontriamo per “fare memoria” del sacrificio del giudice Antonino Scopelliti, ed è il secondo che lo facciamo nel Meeting “Legalitàlia”, e lo possiamo chiamare l’anno della Maturità.

Proprio perchè non è passato un anno anonimo, ma è l’anno in cui con la terribile strage di Duisburg l’immagine della nostra regione è uscita letteralmente distrutta, abbiamo capito che per ricostruire un’immagine decorosa e dignitosa della nostra terra, e di riflesso anche per la nostra nazione, bisognava rimboccarsi le maniche tutti insieme noi calabresi di buona volontà.
L’unico confine che deve distinguerci è quello della Legalità: i nostri avversari, i nemici della nostra terra, sono solo quelli che si pongono al di fuori della legge, al di fuori delle norme della convivenza civile.

Noi che siamo “dalla parte giusta”, finalmente, STIAMO LAVORANDO PER NOI.

Aldo Pecora
Portavoce Movimento "Ammazzateci Tutti"

Rosanna Scopelliti
Presidente Fondazione "Antonino Scopeliiti"

————————————————————————————————————————————————————–

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *