Mafia a Roma: Coop Italia, “basta gettarci fango addosso”

Il presidente Pedroni: “azioni legali a tutela dei nostri dipendenti e del nostro marchio”

ROMA, 13 dic. – “Siamo tra coloro che ogni giorno si battono con piu’ determinazione per il rispetto assoluto della legalita’ nelle filiere agroalimentari e nella distribuzione commerciale fronteggiando anche episodi di concorrenza sleale. Riteniamo grave e diffamatorio essere avvicinati in modo piu’ o meno ambiguo ad attivita’ di carattere criminale come sta emergendo in alcuni organi di informazione”.
Ad affermarlo e’ Marco Pedroni, presidente Coop Italia, che giudica “inaccettabile” il comportamento di quanti “confondono ruoli e funzioni della prima catena della distribuzione italiana con soggetti a lei estranei e colpevoli di attivita’ criminali”. “Diffidiamo chi intende gettare fango su di noi in modo gratuito – conclude Pedroni – e intraprenderemo azioni legali a tutela dei 55.000 dipendenti, delle oltre 100 imprese che operano sotto il nostro marchio e degli 8 milioni di soci”.

(AGI)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *