‘Ndrangheta in Emilia: confiscati nel bolognese beni per 1,3 milioni di euro

Confiscate due ville ed un’auto blindata utilizzata da Francesco Ventrici per difendersi

BOLOGNA – Dalla storica roccaforte del clan Mancuso di Limbadi, in provincia di Vibo Valentia, a Ozzano dell’Emilia, nel bolognese. Era già finito nelle maglie della giustizia, Francesco Ventrici, ritenuto affiliato ai Mancuso. Nelle scorse ore, in esecuzione di un decreto Tribunale di Bologna, i suoi beni sono stati confiscati.

Il decreto è stato eseguito dai militari della Guardia di Finanza, i quali hanno sottoposto a confisca beni mobili e immobili, per un valore stimato di circa un milione e 300mila euro.

Tra gli immobili sequestrati, due ville site nel comine di Bentivoglio, terreni e una vecchia Alfa Romeo 164 blindata, utilizzata per difendersi.

redazione@ammazzatecitutti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *