‘Ndrangheta: l’Anm di Reggio Calabria solidale con il pm Lombardo

La sezione reggina dell’Associazione nazionale magistrati definisce “inquietante” il clima intorno al collega

REGGIO CALABRIA, 20 dic- La Giunta sezionale dell’Associazione nazionale magistrati di Reggio Calabria, “anche a nome di tutti i colleghi del distretto”, manifesta in una nota “una sentita vicinanza e ribadisce la propria solidarietà al collega Giuseppe Lombardo, vittima di un reiterato e, oramai, sistematico attacco di natura intimidatoria volto a depotenziare l’efficacia dell’azione di contrasto alla criminalita’ organizzata da lui condotta”.

Lombardo, pm alla Dda di Reggio Calabria, nei giorni scorsi è stato destinatario di nuove minacce. Una persona non identificata ha telefonato al centralino della Guardia di finanza di Reggio rivelando un progetto di attentato che sarebbe stato organizzato contro il magistrato. Una telefonata dal contenuto identico era stata fatta nel novembre scorso, mentre in passato il magistrato è stato destinatario di minacce di vario tipo.

“Le notizie su tali forme di persecutorio accanimento verso il magistrato, espressione delle Istituzioni dello Stato, per come apprese dalla stampa – afferma l’Anm reggina – assumono caratteri via via più inquietanti e impongono un’attenta riflessione sulle condizioni su cui la Magistratura è chiamata ad operare, in distretti connotati da particolare aggressività della criminalità organizzata. L’indefesso impegno professionale del collega Lombardo, che si occupa di coordinare e gestire delicatissime ed importanti indagini, soprattutto nei confronti delle maggiori organizzazioni criminali reggine, lo ha reso evidentemente continuo bersaglio delle entita’ delinquenziali che egli persegue”.

Secondo l’Anm: “nonostante ciò, l’attività giudiziaria del magistrato, e con lui della Magistratura tutta, non subirà ostacoli o tentennamenti di alcun tipo, nel segno dell’unitarietà degli intenti e degli obiettivi di contrasto alla delinquenza organizzata locale prefissati”. “In tale ottica – conclude la nota – la Giunta sottolinea come dietro l’azione del singolo, vi sia sempre l’attività compatta e massiccia di tutta la categoria che in questa battaglia, cosi’ come nel momento del rischio, sostiene e si stringe attorno a Giuseppe”.

redazione@ammazzatecitutti.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *